Rivelatori di radiazione ed elettronica a basso rumore

Attività

Nel laboratorio "Elettronica: Rivelatori di Radiazione ed Elettronica a Basso Rumore" l'attività di ricerca riguarda i rivelatori di radiazione, la spettroscopia della fluorescenza X per l'analisi dei materiali e l'elettronica per l'acquisizione e l'elaborazione dei segnali provenienti dai rivelatori.
Il laboratorio nasce dall’attività pionieristica di Emilio Gatti nel campo dei rivelatori di radiazione ionizzante e delle tecniche di trattamento dei segnali da essi forniti. Nel 1983, Emilio Gatti ha inventato insieme a Pavel Rehak (del Brookhaven National Laboratory, BNL, USA) il Rivelatore a Deriva a Semiconduttore (Silicon Drift Detector, SDD). Da quella data il laboratorio collabora allo sviluppo di nuovi rivelatori di radiazione a semiconduttore spesso basati sul concetto del SDD. Il laboratorio sviluppa inoltre strumentazione avanzata, basata su tali rivelatori, per spettroscopia e ‘imaging’ X e gamma. Il laboratorio è diventato un centro di riferimento, a livello internazionale, nel campo dei rivelatori di radiazione e della strumentazione associata. Per l'analisi dei materiali, il laboratorio si occupa della caratterizzazione e diagnostica mediante tecniche basate sull’impiego dei raggi X, in particolare sull’impiego della spettroscopia della fluorescenza X. Parte dell'attività di ricerca riguarda il progetto e la caratterizzazione sperimentale di una vasta classe di circuiti VLSI dedicati alla lettura e al trattamento dei segnali da rivelatori di radiazione ionizzante e fotorivelatori ottici.

Informazioni di servizio


Il laboratorio si trova presso l’edificio 24 del DEIB, sede di via Golgi. L’accesso è possibile durante le ore di apertura del Dipartimento.